Chiudi il popup



ricerca avanzata

HENNé NELLA STORIA.


 

Tra i tanti metodi utilizzati nel corso dei secoli dalle donne per prendersi cura della propria chioma e ravvivarne il colore il più famoso e forse il più antico è senz'altro l'henné. Le donne egiziane lo utilizzavano per donare alla pelle, alle unghie e ai capelli un colorito rosso che, richiamando il fuoco, costituiva un raffinato strumento di seduzione. Era inoltre una pianta apprezzata per le sue qualità antisettiche. Essa ancora oggi trova applicazione nelle cerimonie religiose musulmane. L'henné viene infatti utilizzato per decorare le ragazze con disegni rituali e propiziatori, come omaggio dal fidanzato alla futura sposa o come o dono per i nuovi nati. La Lawsonia, insieme a tante altre piante come la Rubia tinctorum, la Reseda luteola, la Dracena draco , il Crocus sativus, l' Indigofera tintoria, la Juglans regia e molte altre, viene ancora oggi utilizzata per la colorazione delle fibre tessili. Il colore del Lawsonia in particolare diventa più resistente se il filato viene messo a bagno con una soluzione acida prima e dopo la colorazione.

cos'è l'henne?